Nuova Opel Adam

La nuova piccola tedesca ha le carte in regola per sfondare nella categoria delle citycar “premium”.

opeladam
Opel ha dichiaratamente aperto la sfida alla Fiat 500. La nuova piccola della Casa tedesca ha infatti dimensioni, caratteristiche tecniche, finiture e target di riferimento molto simili a quelli della citycar italiana.
Per anni la Opel si è affacciata nella categoria delle superutilitarie con auto “popolari”: auto affidabili, pratiche, economiche ma nulla di più. Oggi però i tempi sono cambiati e gli automobilisti sono diventati più esigenti. E infatti abbiamo visto arrivare in questi ultimi anni, sempre più numerose, auto dalle piccole dimensioni ma dai contenuti decisamente ricchi.
Sotto questo punto di vista la Mini è da sempre il riferimento ma la Fiat, con la 500, è riuscita nell’impresa di proporre un’auto originale, dotata di finiture e dotazioni elevate, offerta ad un prezzo non economico ma nemmeno proibitivo. E il mercato l’ha subito premiata diventando in breve tempo una delle citycar più vendute del mercato. Ora è il turno della Opel. La Adam non ha legami stilistici con auto del passato che stuzzicano le corde della nostalgia – e forse questo potrebbe fare la differenza – ma la vettura è realizzata con grande cura dei dettagli.
A cominciare dal taglio del montante posteriore che fa sembrare il tetto come “sospeso” rispetto al resto della vettura. Il design originale della carrozzeria si ritrova anche negli interni che permettono una moltitudine di possibili abbinamenti. Sedili e plancia possono essere ordinati di vari materiali e colori. Per non parlare dell’impianto hi-fi: navigatore gps, display touchscreen da 7’’, attacco per i-Pod, collegamento ad internet…non manca proprio nulla. Ma la vera chicca è il padiglione: il rivestimento interno del tetto ha la possibilità di essere ricoperto da una miriade di piccoli led (64 per l’esattezza) che di notte creano un effetto “cielo stellato”. Un accessorio tanto esclusivo da essere appannaggio, fino ad ora, dell’aristocratica Rolls Royce Phantom.
Un’esclusività, quella dell’Adam, che la Opel ha voluto evidenziare affiancandole un testimonial d’eccezione come Valentino Rossi. Tra le chiavi del successo di Mini e 500, ma anche di Audi A1, VW Maggiolino e Citroen DS3, c’è sicuramente l’infinita possibilità di personalizzazioni tra colori metallizzati e perlati, tinte ad hoc per il tetto, cerchi in lega, interni e molto altro. Sulla Opel Adam sono circa 30.000 le combinazioni realizzabili: praticamente impossibile riuscirne a trovare una identica all’altra.
Anche sul fronte motori la piccola tedesca conferma la sua vocazione poco popolare: previsti, almeno per ora, solo motori a benzina 1.2 e 1.4 declinati in vari potenze. Non c’è traccia di diesel né tantomeno di economiche versioni a gpl o metano. La buona dotazione di serie è integrabile con numerosi accessori a pagamento, alcuni dei quali presenti di solito solo su auto di categoria superiore. E’ il caso dell’Advanced Park Assist: un sistema elettronico che assiste nella sterzata durante le fasi di parcheggio. Di serie su tutte le versioni, ovviamente, Abs, servosterzo, Esp, aria condizionata. A breve sarà disponibile anche una versione con cambio automatico.
Difficile trovare difetti in un’auto tanto raffinata, ma ad essere pignoli non si può non notare l’esiguità dei sedili posteriori, adatti più a due bambini che a degli adulti. Una caratteristica che l’accomuna in pieno, guarda caso, a Mini e 500. Ma se questo non ha condizionato la clientela delle sue concorrenti, allora anche la Opel Adam ha ottime possibilità di ritagliarsi un suo spazio all’interno delle citycar di tendenza.
Annunci

Informazioni su Antonio Tomarchio

Poeta e scrittore. Autore dei libri "Il Robot e altre storie" e "Il Mostro". Vedi tutti gli articoli di Antonio Tomarchio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

La Lettrice Assorta

"Non ci sono libri morali o immorali. Ci sono libri scritti bene e scritti male" (Oscar Wilde)

Evelyn

✨ Artistic spirit ✨ 👩‍🎨 26🌙 🇮🇹 🔮

Blog IIS Giorgi milano prof. manna

Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza

EdnaModeblog

Ho sempre avuto il sospetto che l'amicizia venga sopravvalutata. come gli studi universitari, la morte o avere il cazzo lungo. noi esseri umani esaltiamo i luoghi comuni per sfuggire alla scarsa originalità della nostra vita. (Trueba)

Scrittore è colui che decide di essere libero.

La filosofia, l'arte e la letteratura sono le chiavi di cui hai bisogno nella tua vita.

chiarasaracino's Blog

essere distanti

Citazioni Della Mia Mente

"Aut insanit homo, aut versus facit." (Orazio)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: