NELL’ OSCURITÀ

nell'oscurità

Impotenti nell’oscurità dimeniamo le mani,
sentiamo il corpo volteggiare nell’aria
e il buio entrare nel cuore,
è una strana sensazione,
è un silenzio che sa di morte.
Non c’è un raggio di luce né un po’ di calore
in questo mondo di vivi abbandonati da Dio,
un mondo di solitudine, di paura, d’odio,
di disperazione.
Annunci

Informazioni su Antonio Tomarchio

Poeta e scrittore. Autore dei libri "Il Robot e altre storie" e "Il Mostro". Vedi tutti gli articoli di Antonio Tomarchio

16 responses to “NELL’ OSCURITÀ

  • tomnj

    Dopo il buio, c’è sempre la luce, come dopo la notte c’è sempre il giorno.
    Illumina il buio del cuore con l’amore.

  • Federico

    La sensazione di impotenza difronte agli eventi della vita, al trascorrere inesorabile del tempo, al non poter cambiare il nostro destino, sentirsi come trascinati dalla corrente di un fiume impetuoso o (come scrivi tu) ad annaspare inutilmente nel vuoto, trafitti dalla disperazione di sentirsi abbandonati in un mondo crudele…
    Bellissimi versi complimenti !.
    Federico.

  • Non solo parole

    L’oscurità può fare paura, ci fa sentire impotenti. A volte il buio è anche silenzio, pace per se stessi, ma a volte è anche disperazione. Tutto questo spesso aiuta a riflettere e pensare. A volte si ha  bisogno dell’oscurità così come della luce. Entrambi fanno parte della vita e l’una non esclude l’altra, anzi l’una segue sempre l’altra.
    Bei versi.
    Intensi.
    un grande abbraccio affettuoso con tantissima luce 🙂
    Maria

    • Antonio Tomarchio

      In questo caso l’oscurità è soltanto una metafora, è il contrario della conoscenza e della luce. Immagina di trovarti nello spazio, distante anni luce da ogni cosa, assolutamente sola, sospesa nel vuoto, per quanto tu possa agitarti e dimenarti, ogni tuo sforzo è inutile e il freddo, il vuoto, il silenzio, il buio penetrano dentro di te lasciandoti soltanto una sensazione di orrore e la consapevolezza che non esiste nessun Dio.

      • Non solo parole

        Sicuramente immaginando di trovarmi nello spazio come descrivi tu, la sensazione è quella, di orrore.
        Il buio non da sempre sicurezza.
        un abbraccio
        Maria

  • afinebinario

    Pensare ad una dimensione tenebrosa come quella che descrivi, brrr… paura 🙄
    un abbraccio

  • tachimio

    Caro Antonio, eccomi a te con la mia classifica che spero ti faccia piacere.
    Le dieci poesie da me scelte verranno messe in ordine non secondo il criterio ”primo, secondo ect.” perchè tutte per me sullo stesso piano : semplicemente mi piacciono.Ora te le elenco.
    Dedicato a mio padre
    Il mio infinito
    L’ultima estate
    Essere e voler essere
    Ho perduto me stesso
    Poesia
    Briciole di sogni
    Miraggi
    Fanciullezza
    Ancora

    Ti abbraccio ( e ad essere sincera ce ne sono ancora…) A presto Isabella

    • Antonio Tomarchio

      Le hai lette tutte? Grazie per il tempo che mi hai dedicato, a me piacciono tutte ma ho delle preferenze per quelle che si trovano in fondo alla pagina. Un abbraccio.

      • tachimio

        Caro Antonio è la terza volta che scrivo la risposta per poi fortuitamente cancellarla. Spero questa sia la volta buona. Ce ne sono altre come ”Catania”, Passato”, ”Ancora tu”, ”Non sono un soldato”. E poi quella dove ti rivolgi a Sabby, mi pare. E ancora ”Vecchi”. Insomma va a finire che le elenco tutte o quasi. Alcune le trovo come sempre ti ho detto, un pò cupe. Ma comunque rimani un egregio poeta. Ti dico anche che ogni tanto tornerò a leggerle con piacere ( quelle che più gradisco.) Un simpatico abbraccio.Isabella

      • Antonio Tomarchio

        Grazie Isabella, a presto.

  • Antonio Tomarchio

    […] poesia “Nell’oscurità” (https://antoniotomarchio.wordpress.com/2013/04/11/nell-oscurita/) l’ho scritta all’età di dodici […]

  • simogabri1967

    Non esiste nessun Dio, probabilmente.
    Ma non è questo che a me personalmente fa paura.
    Il vuoto si, quello fa paura. Il vuoto di idee, il vuoto di parole o parole vuote, il vuoto creato ad arte per spaventarci ancor di più. Ed il vuoto creato da un gruppo di innominati ma conosciuti che contribuiscono a violentare il mondo
    Bei versi
    Gabriele

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

La Lettrice Assorta

"Non ci sono libri morali o immorali. Ci sono libri scritti bene e scritti male" (Oscar Wilde)

Evelyn

✨ Artistic spirit ✨ 👩‍🎨 26🌙 🇮🇹 🔮

Blog IIS Giorgi milano prof. manna

Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza

EdnaModeblog

Ho sempre avuto il sospetto che l'amicizia venga sopravvalutata. come gli studi universitari, la morte o avere il cazzo lungo. noi esseri umani esaltiamo i luoghi comuni per sfuggire alla scarsa originalità della nostra vita. (Trueba)

Scrittore è colui che decide di essere libero.

La filosofia, l'arte e la letteratura sono le chiavi di cui hai bisogno nella tua vita.

chiarasaracino's Blog

essere distanti

Citazioni Della Mia Mente

"Aut insanit homo, aut versus facit." (Orazio)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: