Non sono un soldato

non sono un soldato
Non potete soffocare i miei desideri,
non potete imprigionare la mia anima
né incatenare i miei pensieri
che già fuggono via,
oltre il cancello di questa caserma
insieme alla mia fantasia
e vanno incontro al mare,
alle stelle lassù in cielo,
al sole che nasce e muore,
non potete coinvolgermi nei vostri giochi di guerra,
non mi costringerete a strisciare per terra,
a prendere le armi per sparare,
perché io amo la vita,
perché io amo l’amore,
non farete di me un assassino,
non riuscirete a strapparmi le ali,
né a togliermi quel che la natura mi ha dato
perché io sono un poeta non un soldato.
Annunci

Informazioni su Antonio Tomarchio

Poeta e scrittore. Autore dei libri "Il Robot e altre storie" e "Il Mostro". Vedi tutti gli articoli di Antonio Tomarchio

10 responses to “Non sono un soldato

  • gianpiccoli

    Ottimo. Non commento neppure.
    Una caserma o una prigione non bastano per spegnere la fantasia.
    Giancarlo
    un abbraccio

    • Antonio Tomarchio

      Non possono imprigionare i nostri pensieri né farci diventare quello che non siamo e questo vale per tutti quelli che cercano di cambiarci o di snaturarci.
      Grazie della visita.
      Un abbraccio e una buona giornata.

  • Francesco

    Dovremmo gridarlo forte tutti, se non esistessero i soldati non ci sarebbero le guerre.
    Viva la pace, viva l’amore.
    I politici li chiamano eroi ma solo degli assassini che vanno ad ammazzare gente innocente per guadagnarsi uno stipendio e poi hanno il coraggio di chiamarle missioni di pace.
    Bellissima poesia sei un grande!
    Francesco.

    • Antonio Tomarchio

      Un mondo senza guerre sarebbe bellissimo ma è irrealizzabile. L’uomo ha superato persino gli animali che lottano tra di loro per il cibo, per il territorio o per una femmina, l’uomo uccide per la religione, per qualcosa che neanche esiste o per denaro. Sicuramente, tra tutti gli animali della terra, l’uomo è il peggiore.
      Grazie del commento.
      Ciao.

  • Non solo parole...

    Diversi poeti come te hanno scritto poesie che riguardano i soldati, uno fra tutti Ungaretti… e in questa tua poesia si avverte e si percepisce molto di più questo orrore che è la guerra, che ha già preso e ancora prende tante vite… è assurdo che un uomo debba vivere situazioni così drammatiche contro il proprio volere, che debba rinunciare alla sua libertà fisica e mentale per delle controversie che non lo riguardano o per delle idee che non condivide…ma purtroppo c’è anche chi lo fa per libera scelta, per denaro.. qualunque sia il motivo della guerra per me è sempre una brutta cosa e in guerra non esistono eroi o vinti tutti perdono sia chi fa ritorno in una bara sia chi fa ritorno con le proprie gambe. .. Una bellissima poesia. .. Ciao Maria

    • Antonio Tomarchio

      Accostarmi a Ungaretti è un po’ azzardato 🙂 ti ringrazio della stima e dell’affetto che mi dimostri.
      L’argomento è interessante e sarebbe bello trattarlo più approfonditamente, comunque sono d’accordo con te, alla guerra si può rinunciare basta volerlo.
      Ciao, ti abbraccio affettuosamente.

  • tramedipensieri

    Nessun confine e barriera può fermare il pensiero, la fantasia….

    Bellissima poesia Antonio
    grazie

    buon domani 🙂
    .marta

  • ludmillarte

    che bella! nulla può cambiare la nostra vera natura nell’intimo profondo. grazie, buon proseguimento di giornata

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog IIS Giorgi milano prof. manna

Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza

EdnaModeblog

Ho sempre avuto il sospetto che l'amicizia venga sopravvalutata. come gli studi universitari, la morte o avere il cazzo lungo. noi esseri umani esaltiamo i luoghi comuni per sfuggire alla scarsa originalità della nostra vita. (Trueba)

Scrittore è colui che decide di essere libero.

La filosofia, l'arte e la letteratura sono le chiavi di cui hai bisogno nella tua vita.

Chiarasaracino's Blog

essere distanti

Merlin Chesters

Wizard, archaeologist, historian

Citazioni Della Mia Mente

"Aut insanit homo, aut versus facit." (Orazio)

Il colibrì

L'Economia e la Politica alla portata di tutti

LIVINGWOMEN

scrittura arte teatro musica scuola cultura fotografia società gender sostenibilità

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: