Un urlo nel silenzio

un urlo nel silenzio
Svanito, dissolto
in un tempo ormai lontano,
come uno scoglio
accarezzato dal mare,
come una rondine
tra le ali del vento,
senza dubbi né incertezze,
abbandonato ogni fardello,
percorro gli spazi della fantasia,
volo tra distanze infinite
abbracciando il cielo intero,
ma nuvole minacciose
mi sbarrano la strada,
come incubi spaventosi
ritornano i pensieri,
come cani rabbiosi
mi dilaniano il corpo,
mi riportano giù,
dove tutto è dolore,
dove ogni giorno finisce,
dove non c’è amore,
dove il mio sguardo sgomento
è come un bambino perduto,
è un urlo nel silenzio.
Annunci

Informazioni su Antonio Tomarchio

Poeta e scrittore. Autore dei libri "Il Robot e altre storie" e "Il Mostro". Vedi tutti gli articoli di Antonio Tomarchio

8 responses to “Un urlo nel silenzio

  • gianpiccoli

    indubbiamente bella, rende l’idea di un approccio alla felicità che si infrange e cade sotto il pero della realtà.
    Mi ha dato l’impressione di una ejaculatio precox.
    Una persona pemsa al meglio, ma cade dal dirupo della fantasia sul selciato delle proprie miserie.
    Antonio, lasciatelo dire : sei forte …
    Un abbraccio
    Giancarlo

    • Antonio Tomarchio

      Grazie Giancarlo, hai la capacità di farmi sorridere, solo tu potevi pensare a una ejaculazio precox
      😉
      Il senso è quello che tu hai intuito, solo con la fantasia possiamo elevarci al di sopra delle miserie nostre e altrui, raggiungere una felicità e una serenità che il vivere nella realtà non ci permette di raggiungere. Purtroppo non si può vivere di sogni e di fantasia.
      Un grande abbraccio.

      • gianpiccoli

        Una cosetta che capita a tutti da giovani, tutte le speranze dell’estasi in frantumi per un inconveniente, senti il mondo caderti addosso e la vergogna che annega la passione, ma poi , da giovani, ci si “solleva” in fretta….
        Un abbraccio
        Giancarlo

  • non solo parole

    Questa poesia sembra uno scenario angoscioso della propria anima rappresentata in maniera realistica dalla stessa, dove la mente e l’anima naviga in spazi infiniti leggeri,quasi fluttuando, il tutto interrotto da quella che è la realtà. Mi ricorda tanto il quadro di Munch “L’urlo”, un grido attraverso la pittura, un urlo terribile dove d’improvviso l’atmosfera diventa angosciante, agghiacciante dove l’uomo perde la sua identità, la sua origine, trasformando uno dei più belli tramonti in lacrime di sangue che ingombrano il cielo.
    Una bella poesia, triste ma bella, questo è quello che ha suscitato in me.
    Per fortuna non sempre la realtà è così dolorosa, sicuramente i momenti belli a volte non riescono a superare quelli difficili, ms come più volte ho detto c’est la vie…bisogna cogliere i momenti più belli e tenerseli stretti dentro per poter superare quelli difficili. ..
    Complimenti, dalle tue poesie si evince questa tua anima sensibile, umana e realistica.
    Ciao
    Un bacio
    Maria

     

    • Antonio Tomarchio

      La foto dell’Urlo di Munch è stata la prima foto che volevo mettere nel post perché effettivamente rende bene l’idea. Ho visto tempo fa un bambino che si era perduto in un centro commerciale, si voltava in tutte le direzioni cercando, tra le tante persone che gli passavano accanto indifferenti, un viso familiare. Mi ha colpito così tanto il suo sguardo pieno di paura e di sgomento che mi sono immedesimato, ho capito che è così che a volte mi sento io, ho immaginato che anche il mio sguardo in certi momenti sia come quello di quel bambino mentre il mio urlo risuona silenzioso tra l’indifferenza del mondo.
      Grazie, baci.

  • brigittehell

    E se tu provassi a soffiare più forte che puoi sulle nuvole?

    • Antonio Tomarchio

      Non si può sfuggire alla realtà, i sogni sono destinati a finire e ci attende sempre un amaro risveglio. Io ci provo ad aggrapparmi alla fantasia, a far volare la mia anima ma finisco sempre per precipitare al suolo, dentro il mio corpo ad affrontare il mio vivere quotidiano.
      Grazie per il suggerimento.
      Ciao.

  • rabuccia

    L’ha ribloggato su daisuzoku.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog IIS Giorgi milano prof. manna

Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza

EdnaModeblog

Ho sempre avuto il sospetto che l'amicizia venga sopravvalutata. come gli studi universitari, la morte o avere il cazzo lungo. noi esseri umani esaltiamo i luoghi comuni per sfuggire alla scarsa originalità della nostra vita. (Trueba)

Scrittore è colui che decide di essere libero.

La filosofia, l'arte e la letteratura sono le chiavi di cui hai bisogno nella tua vita.

Chiarasaracino's Blog

essere distanti

Merlin Chesters

Wizard, archaeologist, historian

Citazioni Della Mia Mente

"Aut insanit homo, aut versus facit." (Orazio)

Il colibrì

L'Economia e la Politica alla portata di tutti

LIVINGWOMEN

scrittura arte teatro musica scuola cultura fotografia società gender sostenibilità

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: