Profumo di donna

profumo di donna 2

      Seconda parte

           Sarah sentiva ancora rimbombare il suo cuore nel petto, ma la presenza di quel ragazzo le teneva compagnia e attenuava la sua paura. Aveva finito la relazione, finalmente poteva andare via, inviò la mail al suo Capo, raccolse le sue cose e si affrettò a uscire dall’ufficio. Si recò verso l’ascensore, premette il pulsante e rimase in attesa. Sentiva l’eco di passi risuonare lungo i grandi corridoi che separavano gli uffici gli uni dagli altri, pensò che fossero del personale addetto alle pulizie, ma ormai una strana paura si era impossessata di lei.
         << Maledizione Jenny, le tue paure sono contagiose. Lavoro in questi uffici da vent’anni e non ho mai avuto così tanta paura come stasera >> pensava mentre le porte dell’ascensore si spalancavano davanti a lei.
         Era giunta in strada, aveva guardato in giro nella speranza di scorgere un taxi passare da quella via, ma non c’era anima viva, decise quindi di andare a prendere la metro. Continuava a sentire dei passi dietro di lei, come se qualcuno la seguisse, provò a fermarsi e notò che anche quel leggero rumore cessava subito dopo il battere dei suoi tacchi sull’asfalto. Il suo cuore aveva ricominciato a battere veloce, il suo respiro era nuovamente diventato affannoso mentre aveva accelerato il suo solito incedere a piccoli passi. Avrebbe voluto correre, chiedere aiuto a qualcuno, gridare, ma continuava a voltarsi e non vedeva nessuno dietro di sé, pensò di avere le allucinazioni, forse la paura le faceva immaginare dei rumori che in realtà non esistevano.
         Per fortuna alla stazione della metro c’erano altre persone che, come lei, aspettavano il passaggio del treno. Si sentì rincuorata, anche se in ognuna di quelle persone vedeva dei potenziali aggressori. Soprattutto la figura di un uomo, di cui non riusciva a scorgere il viso a causa della penombra e del cappuccio della felpa che indossava, aveva attirato la sua attenzione. Sarah sentiva che gli occhi di quell’uomo la fissavano, sentiva quello sguardo che toccava il suo corpo come delle mani bramose della sua carne.
         Salì velocemente nel treno e si sedette sul primo posto libero che vide, quell’uomo era salito nel suo stesso vagone e si era seduto voltandole le spalle per non farsi vedere in viso.
         << Cavolo, non succederà mai più che esco così tardi dall’ufficio, il Capo sarà anche un bastardo ma non mi licenzierà certo per un piccolo ritardo >> pensava mentre scrutava nervosamente l’orologio da polso.
Annunci

Informazioni su Antonio Tomarchio

Poeta e scrittore. Autore dei libri "Il Robot e altre storie" e "Il Mostro". Vedi tutti gli articoli di Antonio Tomarchio

13 responses to “Profumo di donna

  • non solo parole

    Molto bella anche la seconda parte, sono arrivata alla metro con il fiato corto…in questo momento sono tutti in pausa pranzo e nel mio piano sono sola, mentre leggevo è entrato quello delle pulizie per svuotare i cestini, appena ha detto buongiorno sono sobbalzata dalla sedia 🙂 , mi ha guardata un po strana, chissà cosa avrà pensato :-)…
    Scrivi molto bene, mi piacciono tanto i tuoi
    racconti. ..spero ci sia una terza parte.
    Adesso ti saluto, vado a prendermi un po di sole fuori 😉
    Ciao
    Un grande abbraccio
    Maria

    • Antonio Tomarchio

      Ciao Maria, stai tranquilla, ci sarà una terza, una quarta e forse anche una quinta parte. Prendi un po’ di sole anche per me. Baci.

      • non solo parole

        Bene, attenderó con piacere…
        ho preso tanto sole anche per te 😉
        Oggi è proprio un bellissima giornata, quasi primaverile…
        Ma adesso son tornata a lavoro, già da un po…
        Al prossimo racconto, anzi alla terza parte… 🙂
        P.S.: con i tuoi racconti in questi giorni ho messo da parte il mio ebook, con molto piacere direi 😉
        Ciao . baci 🙂 Maria

      • Antonio Tomarchio

        Se mi dai il tuo indirizzo ti invio la fattura 😉
        Scherzo ovviamente, per me è un onore vedere che apprezzi quello che scrivo.
        Un abbraccio.

      • non solo parole

        Apprezzo tantissimo, è anche il mio genere. ..non sarai famoso come tanti altri scrittori dei quali ho letto molti libri, ma ti posso assicurare, secondo il mio gradimento, che non sei da meno ..
        acquisterei volentieri un tuo libro. .quindi ti darei volentieri il mio indirizzo per un eventuale fattura 😉
        Ciao un abbraccione 🙂

      • Antonio Tomarchio

        Bene, ne possiamo parlare … meglio in pvt. 😉

      • non solo parole

        Ok, con molto piacere. .. 🙂
        A dopo in pvt..

  • RiVerso

    Mi piace. Immagino come hai scritto che ci saranno altre parti, ed attendo l’ultima per lasciarti un commento compiuto… intanto seguo con piacere ciò che così bene narri.
    Un saluto, RiV.

  • afinebinario

    La buona arte deve essere centellinata a piccole dosi. Quindi aspetto pazientemente la terza, la quarta e la quinta parte.
    Sono entrata nel racconto e da qui chi si muove più? 😆
    Buon fine settimana + un abbraccio 😉

  • Viaggiando con Bea

    Beh! Carina l’idea di fare tanti piccoli post per raccontare una storia. Devo dire che quando leggo entro immediatamente nel racconto e provo un po’ di suspence. Bene vado a leggere subito la terza parte….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog IIS Giorgi milano prof. manna

Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza

EdnaModeblog

Ho sempre avuto il sospetto che l'amicizia venga sopravvalutata. come gli studi universitari, la morte o avere il cazzo lungo. noi esseri umani esaltiamo i luoghi comuni per sfuggire alla scarsa originalità della nostra vita. (Trueba)

Scrittore è colui che decide di essere libero.

La filosofia, l'arte e la letteratura sono le chiavi di cui hai bisogno nella tua vita.

Chiarasaracino's Blog

essere distanti

Merlin Chesters

Wizard, archaeologist, historian

Citazioni Della Mia Mente

"Aut insanit homo, aut versus facit." (Orazio)

Il colibrì

L'Economia e la Politica alla portata di tutti

LIVINGWOMEN

scrittura arte teatro musica scuola cultura fotografia società gender sostenibilità

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: