Archivi del mese: novembre 2015

I Ricordi del cuore


110wy9t

Voi,
speranze che sperai,
sorrisi e pianti miei,
promesse di allegria
e sogni in cui volai
ed il primo spietato amor mio,
siete per me
perduti e persi mai.
Di voi mi appassionai,
su di voi giurai
e mi ci tormentai.
Pare niente ma il cuore era il mio,
poi c’eri tu …
Vento soffierà,
la pioggia pioverà,
la nebbia velerà,
il sole picchierà.
E il ricordo, il ricordo di te
non passa mai,
non passa mai.
Ma che buoni quei baci tra noi,
forse tu non vuoi smettere mai,
per vederti mi bastano
gli occhi lucidi.
Se ti piace e se ancora tu vuoi,
nel ricordo anche senza di noi
torna tutto possibile,
anche tu sei qui, (Oh)
qui nel cuore mio.
I ricordi non passano mai,
eccoli qui,
sono molto più forti di noi,
più vivi


Sono una roccia

roccia
Un giorno d’inverno
In un profondo e scuro dicembre
Io sono solo
Osservando dalla finestra
Le strade sottostanti
Ricoperte da un fresco silenzioso manto di neve
Sono una roccia
Sono un’isola
Ho costruito mura
Una fortezza alta e potente
Che nessuno può penetrare
Non ho alcun bisogno di amicizia
L’amicizia può causare dolore
La sua allegria e la sua piacevolezza io disdegno.
Sono una roccia
Sono un’isola
Non parlare d’amore
Vero, ho già sentito questa parola prima
Sonnecchia nella mia memoria
Non voglio disturbare il riposo
Di sentimenti che sono morti
Se io non avessi mai amato
Non avrei mai pianto
Sono una roccia
Sono un’isola
Ho i miei libri
E la mia poesia per proteggermi
Sono chiuso nella mia armatura
Nascosto nella mia stanza
Sicuro nel mio utero
Non tocco nessuno e nessuno può toccare me
Sono una roccia
Sono un’isola
E le rocce non provano dolore
E le isole non piangono mai.



Non ci sarà domani

Antonio Tomarchio

a-domani

Non ci sarà un domani
amore mio
la mia storia finisce qui.
Vorrei strapparmi di dosso
la tristezza e la malinconia
per questa vita che si spegne
ma non ne ho più la forza.
Non ho desideri
né ultime volontà,
vorrei soltanto vederti felice,
sentire ancora le tue risa,
sapere che ce la farai senza di me.
Mi fa male la tua disperazione
ma non so se ci vedremo ancora.
Se c’è qualcosa oltre
io saprò aspettare.
Vivi la tua vita,
fai le tue scelte,
domani è fatto per ricominciare.

View original post


Liebster Award

liebsteraward1

Ringrazio NonsoloparoleMaria per questo tag.
Le regole sono:
1) Usare l’immagine;
2) Rispondere alle 10 domande;
3) Nominare altri 10 dieci blog e
avvisarli;
4) Porre 10 domande a questi blogger.
Le domande:
1. Un regalo che vorresti ricevere per Natale dalla vita.
Non mi aspetto nessun regalo. Alla mia età non ci si illude più che la vita possa farti un regalo.
2. Un regalo da un amico/parente che vorresti ricevere per Natale .
Non ricevo regali dagli amici o dai parenti da quando ero bambino. Spero che i miei amici e i miei follower mi facciano il regalo di comprare i miei libri.
3. Spesso ci si trova a discutere sulla bontà o meno dei prodotti digitali. Ovvero: “meglio le matite e i pastelli alla tavoletta grafica!”, “meglio il libro cartaceo, piuttosto che l’e-book!”. Cosa ne pensi?
Il mondo va avanti e abbiamo l’obbligo di adeguarci al progresso. Penso che le nuove tecnologie, oltre a renderci la vita più comoda, facciano in modo che vengano abbattuti meno alberi.
4. Qualcosa che hai mangiato ma non lo farai mai più tanto faceva schifo.
Non ho mai mangiato niente di schifoso a parte il cibo tunisino.
5. Un bel sogno che ricordi, in poche parole.
Ho sognato un cielo azzurro,
un mare limpido e pulito,
ho sognato un Dio che non c’è
e una pace che non esiste,
un mondo senza morti
in cerca di giustizia
e uccelli liberi in volo,
ho sognato pensieri rincorrersi
lungo le strade della vita
e sospiri nel silenzio parlare d’amore,
ho sognato mani che si stringono,
sguardi ansiosi che si cercano
e volti impazziti di gioia,
ma era un sogno
e ha lasciato soltanto delusione
al mio risveglio.
Scusate l’autocitazione. 😉
.
6. Cos’è la scrittura per te? Lo vedi come un hobby o speri in un futuro da scrittrice/scrittore?
E’ un hobby che spero diventi un mestiere.
7. Un libro che hai regalato.
Ho regalato i miei e-book  Il Robot e altre storie e Il mostro.
8. Un libro che vorresti ricevere in regalo.
Amo le sorprese.
9. Cosa pensi dell’uso ossessivo che molte persone fanno dei social network?
Penso che ognuno sia padrone della propria vita e possa fare quello che vuole del proprio tempo.
10.Cosa ti ha spinto a rendere pubblico ciò che scrivi o crei?
Il desiderio di condividere ciò che scrivo e il piacere di conoscere gente nuova.
Le nomine:
Nomino tutti ma non fatemi elencare 300 link.
Una buona giornata.

Evelyn

☆ Spirito artistico ☆ Illustratrice e vignettista freelance 🇮🇹 25 anni

Blog IIS Giorgi milano prof. manna

Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza

EdnaModeblog

Ho sempre avuto il sospetto che l'amicizia venga sopravvalutata. come gli studi universitari, la morte o avere il cazzo lungo. noi esseri umani esaltiamo i luoghi comuni per sfuggire alla scarsa originalità della nostra vita. (Trueba)

Scrittore è colui che decide di essere libero.

La filosofia, l'arte e la letteratura sono le chiavi di cui hai bisogno nella tua vita.

Chiarasaracino's Blog

essere distanti

Merlin Chesters

Wizard, archaeologist, historian

Citazioni Della Mia Mente

"Aut insanit homo, aut versus facit." (Orazio)

Il colibrì

L'Economia e la Politica alla portata di tutti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: