Dedicato a Dj Fabo

fabo
Ho sempre pensato che il nostro corpo sia un tempio, un’opera d’arte da curare e rispettare. Non ho mai capito chi lo deturpa con tatuaggi e piercing né chi lo distrugge con fumo, droga, alcool o eccesso di cibo. Ancora di meno capisco chi tenta di uccidersi con sport estremi, chi rischia la propria vita e quella degli altri guidando come dei pazzi in auto o in moto. La vita è il bene più prezioso che abbiamo, forse l’unica cosa veramente importante che ci viene regalata, ma penso anche che siamo padroni della nostra vita e dovremmo avere il diritto di abbandonarla quando vogliamo soprattutto se non è più dignitosa o vivibile. Ho scritto questa poesia pensando a questo ragazzo che amava la vita e ha voluto viverla intensamente. Dj Fabo ha avuto la sfortuna di restare paralizzato e cieco dopo un incidente e ha chiesto di morire, di smettere di soffrire e di vivere una vita vuota e inutile. So che i cattolici diranno che la vita è un dono di Dio e che solo lui può togliercela ma voler imporre agli altri la rinuncia alla facoltà di decidere per se stessi equivale a quello che fanno i mussulmani imponendo il burka a tutte le donne. Ognuno ha il diritto di decidere secondo coscienza e non secondo leggi di religioni cui non crede.

Il mio corpo è una gabbia.

 

Il mio corpo è una gabbia,
imprigiona la mia anima
Ma non ferma la mia rabbia.
Questo corpo è una catena
Che chiude le mie ali
E accresce la mia pena.
Questa carne mi preclude l’infinito,
M’impedisce di volare
Di toccare il cielo con un dito.
Io vorrei guardare
La luna e il sole,
Sentire il freddo e il buio
Dentro il cuore.
Nuotare dentro il vuoto
Che riempie l’universo,
Respirare polvere di stelle
E non sentirmi perso.
Questo corpo m’inchioda al pavimento,
posso soltanto sperare
che passerà questo momento,
Che dopo questa vita
Riprenderò a volare
senza più sentire la fatica.

 

Annunci

Informazioni su Antonio Tomarchio

Poeta e scrittore. Autore dei libri "Il Robot e altre storie" e "Il Mostro". Vedi tutti gli articoli di Antonio Tomarchio

25 responses to “Dedicato a Dj Fabo

  • semprecarla

    È semplicemente stupenda!

  • tachimio

    La poesia è splendida, ma tu mi conosci e sai che mai e poi mai potrò essere d’accordo con chi si toglie volontariamente la vita. Buon week end caro Antonio.

    • Antonio Tomarchio

      Accetteresti di vivere una vita in quelle condizioni? Devi espiare qualche peccato 😉

      • tachimio

        Nessuno di noi può prevedere alcunché. Ribadisco che sono assolutamente contraria al suicidio . Non lo concepisco in nessuna maniera me lo si voglia presentare. Peccati ? ne ho un’infinità mio caro Antonio. Sicuramente mi toccherà espiare. Un abbraccio. Isabella

      • Antonio Tomarchio

        Ci sono pochi peccati che meritano di essere espiati con una pena così grave e non credo che tu li abbia commessi. Nessuno merita di soffrire così tanto né merita di dover sopportare una vita che non è vita fino alla morte naturale. Nessuno obbliga al suicidio ma non dover sopportare l’insopportabile è un diritto che non può essere negato. Purtroppo l’Italia è sempre indietro quando si parla di diritti e di libertà e c’è chi si meraviglia se gli italiani scelgono di andare via. Se fossi più giovane andrei via anch’io, mi vergogno di essere italiano.

      • tachimio

        Conosci il caso di un altro dj sfortunato di nome Mattia Mantoan ? Io la penso come lui. Tutto qui. Buonanotte caro Antonio. Isabella

      • Antonio Tomarchio

        Non lo conosco. Io credo che siamo liberi di pensare quello che vogliamo ma non possiamo pretendere che le persone siano obbligate a fare quello che facciamo o pensiamo noi. Tu sei contraria al suicidio? Bene, non ti suicidare. Non puoi però pretendere che le tue leggi religiose o morali vengano applicate anche agli altri altrimenti è giustificato anche il burka. Io rispetto i cattolici ma non sopporto la doppia morale di chi si schiera contro unioni civili, eutanasia, aborto o suicidio assistito e poi ruba, uccide, divorzia o abusa dei bambini. Chi è cattolico deve rispettare tutte le regole dei cattolici, nessuna esclusa, non solo quelle che fanno comodo a lui o che sa di non aver mai bisogno di violare. Comunque bisogna sempre rispettare la libertà e le scelte di chi non la pensa come noi così come fanno i laici o gli atei con i cattolici. Buonanotte cara Isabella.

      • tachimio

        Io non obbligo nessuno a fare o ragionare come penso io. Qualunque essere umano con testa pensante fa la sua scelta comportamentale che è liberissimo di fare, non sono certo io ad impedirglielo. Io mi limito semplicemente a delle considerazioni che credo siano altrettanto e giustamente libere. Se qualcuno è conscio di volersi togliere la vita lo faccia pure, a me non interessa, a me interessa solo che non sia lo Stato ad avallare tale scelta. Avere chi dall’alto dici sì ad una tale mossa che è semplicemente una sconfitta di tutta la società civile che dovrebbe al contrario tutelare la vita e in caso di malattie gravi, degenerative o quanto altro, aiutare sempre di più chi soffre con cure e strumenti adeguati, lo trovo assurdo. Uno Stato serio questo dovrebbe fare , impegnarsi per evitare che ogni malato debba togliersi la vita perché non ce la fa più. Tutti si muore, ma mantenere dignità anche nella morte è per me fondamentale. Suicidarsi non lo è, è un cedere e io non voglio che il cedimento venga aiutato dallo Stato. Buona giornata.

      • Antonio Tomarchio

        Cara Isabella ti contraddici. Non puoi dire che “qualunque essere umano con testa pensante fa la sua scelta comportamentale che è liberissimo di fare” e poi affermare che “a me interessa solo che non sia lo Stato ad avallare tale scelta”. Se lo Stato non lo permette, l’individuo non è libero di agire. Costringere un individuo a sopportare pene indicibili che nessuna cura può evitare solo per i principi religiosi di altri è una cosa aberrante e disgustosa. Uno stato laico non dovrebbe permettersi di decidere chi deve soffrire e chi no, deve essere una scelta personale di chi si trova a dover sopportare sofferenze che non può e non vuole più sopportare. La dittatura morale della chiesa è anacronistica e, personalmente, non mi faccio dare lezioni di etica e di morale da chi ha avallato l’Olocausto, ha bruciato vivi migliaia di innocenti con i tribunali dell’inquisizione e ha abusato e ucciso migliaia di bambini (per non parlare dei massacri di civili innocenti durante le crociate). Queste discussioni sono le stesse che si facevano quando si parlava di aborto o di divorzio e sappiamo com’è andata a finire. È solo questione di tempo, la logica e il diritto prevarranno sul bigottismo e l’ipocrisia dei cattolici. Mi dispiace soltanto che, mentre tutti gli altri stati europei, hanno già una legge, noi italiani dobbiamo essere sempre gli ultimi, i meno civili e i meno evoluti. Fatevene una ragione, siete fuori dal tempo e dalla logica, attaccati ancora al modo di vedere la vita di duemila anni fa (per le cose che vi fanno comodo).

  • dallacollinaguardosotto

    Una descrizione perfetta della prigione corporale di Dj Fabo!

  • caterina rotondi

    Come dico sempre per ogni cosa che dobbiamo conquistare per diritto,è….solo questione di tempo.
    Ciao Antonio

    • Antonio Tomarchio

      Gli italiani sono sempre stati tra i primi in tutto. Avevamo i libri di diritto e di filosofia quando francesi, tedeschi e inglesi mangiavano ancora la carne cruda. Galileo Galilei è stato il primo a capire che la terra gira intorno al Sole e non il contrario ma ha dovuto abiurare, costretto dalla ristrettezza mentale, dall’ignoranza e dalla presunzione della Chiesa Cattolica. Ormai tutti i paesi sono più avanti di noi nel riconoscere i diritti. Noi abbiamo una palla al piede che ci frena e ci trascina nel medioevo

    • Antonio Tomarchio

      Adesso vorrebbero pure che rinunciassimo ai cellulari e camminassimo sempre con la bibbia in mano. Come dei frati francescani col capo chino e le pezze al c…
      Questi rigurgiti di estremismo religioso sono insopportabili e intollerabili. Spero che la mente umana si svegli presto e capisca di essere stata circuita per millenni.

  • caterina rotondi

    E molto importante dare il giusto peso nelle cose…molto difficile adesso.
    Ci vorrebbero pochi giusti per tutta l’umanità…impresa impossibile chissà se un domani verranno da un altro pianeta più evoluto.
    In questi anni mi sembra di essere tornata indietro di parecchi decenni.
    Buona serata

    • Antonio Tomarchio

      Hai ragione, l’involuzione e l’imbarbarimento della razza umana è sempre più evidente e ci porterà alla distruzione. La volontà di Trump di aumentare le testate nucleari è un segno che, come dici tu, stiamo realmente tornando indietro di decenni. Fortunatamente ho una certa età e non ho figli quindi spero solo di riuscire a godermi la vecchiaia in pace. Buona serata.

      • caterina rotondi

        Io ne ho tre,più due nipoti.
        Mi preoccupo non sai quando per loro…mi sento una sentinella sempre con le antenne dritte aspettando il pazzo di turno….ce ne sono tanti…troppi…troppi.

  • blogmannagiorgi

    https://polldaddy.com/js/rating/rating.jsLa vita è bellissima ma…senza dignità è una tortura…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Evelyn

✨ Artistic spirit ✨ 👩‍🎨 26🌙 🇮🇹 🔮

Blog IIS Giorgi milano prof. manna

Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza

EdnaModeblog

Ho sempre avuto il sospetto che l'amicizia venga sopravvalutata. come gli studi universitari, la morte o avere il cazzo lungo. noi esseri umani esaltiamo i luoghi comuni per sfuggire alla scarsa originalità della nostra vita. (Trueba)

Scrittore è colui che decide di essere libero.

La filosofia, l'arte e la letteratura sono le chiavi di cui hai bisogno nella tua vita.

chiarasaracino's Blog

essere distanti

Citazioni Della Mia Mente

"Aut insanit homo, aut versus facit." (Orazio)

Il colibrì

L'Economia e la Politica alla portata di tutti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: