Archivi tag: E-book

Il mostro

copertina il mostro

           La stanza era immersa nella penombra, ma gli occhi, ormai abituati al buio, riuscivano a scorgere il piccolo lampadario in stoffa colorata, la scrivania in truciolato, la sedia di ferro arrugginito, la libreria e il piccolo divano logorato dal tempo. Poi c’era l’armadio con gli sportelli che non stavano mai chiusi e lasciavano intravedere le tenebre al suo interno. Quel buio era impenetrabile e lo scricchiolio del legno gli conferiva un’aria sinistra, un aspetto mostruoso e minaccioso. Sembrava la porta dell’inferno e pareva volesse spalancarsi da un minuto all’altro per inghiottirlo.
            La sua testa faceva capolino da sotto le lenzuola che teneva strette tra le mani per coprire fino al naso il suo viso. Tutto gli procurava paura, ogni piccolo rumore lo faceva sobbalzare dal letto. Guardava i libri di fantascienza che tanto amava e gli sembrava cercassero di liberarsi dallo spazio angusto in cui erano relegati nella libreria, come se i personaggi potessero uscire dalle pagine in cui erano protagonisti e prendere vita fuori da esse.
            La porta della sua stanzetta era aperta e una luce traballante, tenue e gialla come quella di una candela, disegnava strane ombre sul muro del corridoio. Un’ombra, più definita delle altre, svelava una presenza inquietante, mentre lunghi artigli graffiavano lo stipite della porta e l’eco ansimante di un grugnito animalesco risuonava in tutta la casa.
            I suoi occhi fissavano spalancati quella porta mentre le sue gambette da bambino tremavano facendo vibrare il letto. Sollevò ancora di più il lenzuolo per coprire meglio il suo viso e si rannicchiò per tentare di calmare il tremore delle sue gambe. Il terrore si era impossessato di lui, si sentiva paralizzato, impotente, in balìa del mostro che lo osservava di nascosto, dietro la porta.
            Lo sentiva respirare, vedeva i suoi occhi luminosi che lo fissavano e percepiva i suoi pensieri, mentre entrava lentamente nella sua testa. Sentiva sul suo viso l’alito della bestia e la puzza terribile di carne putrefatta che emanava. Sentiva il rumore della saliva che gocciolava giù dalle fauci del mostro fino al pavimento, emettendo un ticchettio costante e terrificante.
            Improvvisamente, una figura apparve davanti alla porta, una donna con un corpo da Dea si avvicinava a lui con un passo lento e sensuale. Era completamente nuda e la luce che adesso brillava alle sue spalle ne esaltava le forme e la bellezza. Non era più un bambino, il suo corpo era muscoloso e forte e le sue lunghe gambe sporgevano dal piccolo letto. Era eccitato e irresistibilmente attratto da quella meravigliosa creatura.
            La donna era giunta a un passo da lui, aveva messo un ginocchio sul letto e si era chinata, avvicinando lo splendido viso al suo. Gli occhi luminosi e penetranti della donna lo fissavano e lui non riusciva a distogliere lo sguardo da quell’iride azzurra come il cielo. Stava per baciare quelle splendide labbra carnose quando la bocca si spalancò mostrando dei denti aguzzi e affilati come quelli di una tigre. Sentiva di nuovo quell’alito putrido, la saliva gocciolare sul suo petto e gli artigli penetrare la sua carne. Il mostro era su di lui pronto a divorarlo.
Annunci

Kobo Aura HD

Kobo crea un lettore di libri elettronici ad alta definizione per chi ama veramente i libri.

kobo-aura-hd-1

 Leader globale nel settore degli e-book reader, oggi ha annunciato il modello Kobo Aura HD E Ink eReader.

Concepito per gli amanti dei libri elettronici,  il nuovo Kobo Aura HD si avvicina ad un “pocket book” pur offrendo una visualizzazione più ampia. Il suo schermo touch in realtà ha una diagonale da 6.8 pollici (17.3 cm) con una superficie più grande del 30% rispetto agli e-book reader da 6 pollici. Con una risoluzione di 1440 x 1080 pixel (265 PPI) ClarityScreen+, Aura HD integra un display e-ink Pearl illuminato lateralmente che offrirà un rapporto di contrasto molto simile a quello di Kindle PaperWhite o Kobo Glo (1024 x 768 pixel e 212 PPI).
Con una risoluzione del genere ogni singola parola di un testo ha una nitidezza incredibile, la migliore – dichiara il produttore – di qualsiasi altro lettore presente sul mercato. Il design sofisticato, che prende a modello il libro, è disponibile in Avorio, Espresso e Onice. Kobo  Aura HD potrà essere pre-ordinato su Kobo.com e da rivenditori scelti. Il prezzo di vendita al dettaglio del dispositivo sarà di 169,99 dollari.
Altro punto importante da sottolineare è la tecnologia E-Ink Pearl, un gradino sopra il classico inchiostro elettronico, ma comunque con la garanzia di poter affrontare una lettura prolungata, anche di diverse ore, senza affaticare gli occhi. Esattamente come se si stesse leggendo un libro di carta. Con un bonus non di poco conto: la possibilità di regolare la luminosità per non fermarsi nemmeno in penombra oppure al buio.
 L’autonomia delle batterie passa da un mese a due mesi (calcolando però mezz’ora di lettura al giorno), mentre la memoria interna è di 4 giga, pari a ben 3 mila e-Book. Una gigantesca biblioteca ulteriormente espandibile grazie allo spazio per una microSD card che dà la possibilità di aggiungere altri 32 giga, ovvero 24 mila libri.
Kobo dà accesso a un catalogo di 3,2 milioni di libri, molti gratuiti e tutti arricchiti con funzioni social, oltre a giornali e riviste. Mantiene il concetto di libertà della lettura: ciò che si acquista sull’eReader può essere anche fruito su computer, smartphone e tablet di altri produttori.
Vai su kobobooks.it

E-book meno stancanti dei libri cartacei?

Uno studio di un gruppo di ricercatori tedeschi ha confermato che gli e-book sono più facili da leggere rispetto ai libri di carta soprattutto per gli over 60.

e-book reader

Meglio un e-book o un libro stampato?

La lettura su e-book reader o tablet è più facile che sui libri cartacei. La conferma giunge da un recente studio realizzato da un gruppo di ricercatori della Johannes Gutenberg University Mainz, della Georg August University Gottingen e dell’University of Marburg. Sulla rivista specializzata “Plos One” è stato pubblicato l’intero documento che spiega come nei confronti della fruizione digitale via sia un pregiudizio culturale.
Secondo i test, i lettori meno appassionati di tecnologia, ovvero gli over 60, preferiscono di gran lunga i libri di carta, ma messi in contatto con gli e-book scoprono di sforzarsi meno nella lettura. Il motivo è presto spiegato: i dispositivi digitali consentono di ingrandire le pagine e i caratteri, senza contare il beneficio della retro-illuminazione.
Il team capitanato dal professore di Linguistica Matthias Schlesewsky si è concentrato infatti sulla valutazione dell’origine della preferenza di lettura. Nello specifico nei termini di sforzo neurale richiesto per processare le informazioni lette sui diversi tipi di supporto (cartaceo, reader e tablet).
Nelle interviste sia i giovani che gli adulti hanno esplicitato in senso assoluto la predilezione nei confronti della carta. Quando però si è andati ad analizzare i movimenti oculari e l’attività cerebrale delle sessioni di lettura, si è scoperto che gli anziani ottengono risultati migliori con i tablet dotati di illuminazione e quindi alto contrasto. I parametri che confermerebbero questo risultato sono due: il tempo richiesto per la fissazione visiva e la misurazione dell’attività’ cerebrale con Eeg – per identificare lo sforzo.
Negli adulti di età compresa tra 21 e 34 anni l’esperienza di lettura è simile a prescindere dal supporto. Negli Over 60 il digitale vince a mani basse.
C’è di che stupirsi ancora una volta soprattutto se si considera anche un’altra ricerca dell’Institute for Research in Open, Distance and eLearning di Briga che mette sullo stesso piano le prestazioni in lettura degli e-book reader e dei tablet.
Certo il libro in formato cartaceo ha sempre il suo fascino e l’odore della carta stampata non si può avere sul digitale ma a mio parere vi sono numerosi variabili di cui di solito non si tiene conto nel dibattito sull’argomento. Sempre più spesso a prescindere dall’edizione (pocket, rilegata o economica) la qualità della stampa è discutibile il prezzo è più elevato, il peso è maggiore ed anche la trasportabilità e quindi la possibilità di leggere un libro fuori da casa è sicuramente a favore dell’ e-book,  ma soprattutto la conservazione del libro richiede spazi enormi rispetto al formato digitale. Un carattere tipografico non ben definito può essere di difficile lettura invece gli e-book reader offrono maggiori opzioni di personalizzazione e un’esperienza di lettura di poco inferiore. I tablet invece, proprio per la retro-illuminazione, sembrano (apparentemente) essere un po’ più stancanti.

 


Pensieri Scritti - l'essenza - io esisto

- Si crea ciò che il cuore pensa - @ElyGioia

Evelyn 🇮🇹 28 y/o ♍

✏ Drawings are the window to the soul 📚 Book cover artist 📌 Edizioni Underground? 📌 Edizioni Open 📌 Panesi edizioni 💬 Cartoonist 📌 SkuolaNet 📌 SeiAlTuristico 👩🎨 Facebook / Twitter / Instagram: @EvelynArtworks

Blog IIS Giorgi milano prof. manna

Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza

EdnaModeblog

Ho sempre avuto il sospetto che l'amicizia venga sopravvalutata. come gli studi universitari, la morte o avere il cazzo lungo. noi esseri umani esaltiamo i luoghi comuni per sfuggire alla scarsa originalità della nostra vita. (Trueba)

Libero Emisfero

La filosofia, l'arte e la letteratura sono le chiavi di cui hai bisogno nella tua vita.

Chiara Saracino

Studio Storia e Critica dell'arte e dello spettacolo, laureata in Beni artistici e dello spettacolo all'Università di Parma. Sono cresciuta a Padova ma dal 2015 vivo a Parma dove la mia passione per l'arte continua e si fortifica. Sono innamoratissima di Edoardo con cui, oltre alla nostra magica relazione, condivido la mia vita e tutte le mie passioni.

Citazioni Della Mia Mente

"Aut insanit homo, aut versus facit." (Orazio)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: